Oppure

Loading
17/01 6:59
AldoBaldo
Vado subito al sodo...

Da tempo ho allestito un sito web con materiali didattici di supporto che non mi portano alcun reddito e che, anzi "consumano" tempo per il mantenimento. Si tratta quindi di un'operazione "filantropica" alla quale mi dedico per dare vantaggio gratuito ogni anno a 200-300 studenti.

Il sito è (era) disponibile all'indirizzo spifferiamo.cf/ , con spazio fornito da 000webhost.
000webhost, di punto in bianco e senza preavviso ha reso unilateralmente inagibili i miei contenuti, nel tentativo malcelato di forzarmi verso l'acquisizione di un servizio a pagamento che, viste le finalità e le disponibilità, non posso (e non voglio) permettermi. Penso che il pretesto sia dovuto al fatto che alcune pagine del sito contengono player audio che riproducono in streaming dei file mp3 (esempi e guide per imparare a suonare col flauto dolce le melodie da quattro soldi che richiedo in classe, niente di "sovversivo";). Probabilmente il carico sul traffico è stato ritenuto eccessivo, ma questa è solo una mia ipotesi.

Vi racconto questi fatti perché vorrei sapere se siete a conoscenza di qualche servizio gratuito di web hosting alternativo dal quale io possa ottenere spazio con caratteristiche di questo tipo:

1) niente "iniezione" di cookies che possano portare a problemi di natura legale dovuti alle (stupide?) leggi sulla privacy
2) niente pubblicità
3) capacità da 1/3 GB a 1 GB (attualmente il sito richiede circa 130/140 MB, in lenta crescita)
4) traffico virtualmente illimitato
5) velocità di accesso ragionevolmente funzionale, ma non necessariamente "stratosferica"
6) disponibilità per l'intera giornata italiana (le ore notturne, viste le finalità, sono relativamente superflue)
7) semplicità di accesso, che includa la possibilità di gestione via ftp (mi piacerebbe poter continuare a usare FileZilla)
8) possibilità di continuare a utilizzare il dominio spifferiamo.cf, che ho ottenuto gratuitamente da freenom ( freenom.com ) -- questa caratteristica è molto gradita ma non indispensabile
9) ragionevoli speranze di durabilità senza grattacapi o imposizione di furberie

Chissà che ci sia, tra i miei compari di Pierotofy, qualche anima buona che sa e che mi può indirizzare, evitando la jungla di "trappole" che caratterizzano il settore del free hosting... Sarebbe davvero un GRANDE aiuto.

Resto in speranzosa attesa di una risposta per un paio di giorni, poi sarò costretto a tentare di cavarmela da solo, tenendo le dita incrociate. Purtroppo non posso lasciare gli studenti senza supporto per un periodo troppo esteso -- la generazione dei "nativi digitali", nonostante le leggende narrino il contrario, è la più "impedita" con la quale mi sia capitato d'avere a che fare in 35 anni di servizio, e la dirigenza della scuola dove lavoro mi ha imposto la libera scelta di non adottare un libro di testo, per via dei limiti di spesa a sua volta imposti dal regale Ministero che ci governa in modo sempre più illuminato...
ATTENZIONE! Sono un hobbista e l'affidabilità delle mie conoscenze informatiche è molto limitata. Non prendere come esempio il codice che scrivo, perché non ho alcuna formazione accademica e rischieresti di apprendere pratiche controproducenti.
17/01 8:34
Thejuster
TI posso consigliare Altervista.org

Se usi direttamente l'opzione "Crea Blog" Hai automaticamente installato Wordpress con Banda Illimitata e spazio web Illimitato.

Mentre se utilizzi la funzione host ha spazio web e banda limitata.
mire.forumfree.it/ - Mire Engine
17/01 8:55
AldoBaldo
Questa sera proverò ad approfondire l'opzione AlterVista, per ora grazie.
Magari mi arriva anche qualche altra indicazione da considerare.
ATTENZIONE! Sono un hobbista e l'affidabilità delle mie conoscenze informatiche è molto limitata. Non prendere come esempio il codice che scrivo, perché non ho alcuna formazione accademica e rischieresti di apprendere pratiche controproducenti.
19/01 0:18
AldoBaldo
Ho dato una bella occhiata al sito di AlterVista, inclusa l'INFINITA pagina delle condizioni d'uso e dei termini di servizio (a tratti quasi illeggibile, maledetto legalese!). Poi alle caratteristiche tecniche, fin dove sono in grado di comprenderle. Quindi mi son detto "non sembra proprio fare per me". Allora ho cercato un po', dedicando un'altra quantità di tempo ben superiore a quella che mi sarebbe piaciuto dedicare, e sono incappato in questa pagina:

free-webhosts.com/…

Da lì sono risalito a...

vhostfull.com/…

Mai sentita prima, ma cosa importa? Le caratteristiche sembrano promettenti, le condizioni d'uso e i termini di servizio si riesce a leggerli (anche se in inglese) comprendendoli in massima parte, la predisposizione dell'account è stata velocissima, il pannello per la configurazione risulta semplice perfino per me, ha un elementare supporto ftp e perfino il "parcheggio" del mio dominio è stato un gioco da ragazzi, anche se non sarà operativo prima di 24/48 ore (le istruzioni si riservano fino a "un massimo di 72 ore" in caso di malfunzionamenti). Offre anche una possibilità di limitare l'accesso all'intero sito o a parte di esso con un sistema di protezione con password, funzione che credo che userò, se non altro per limitare il rischio di problemi coi diritti d'autore, che sono sempre una bella spada di Damocle anche quando si cerca di fare le cose per bene -- tutto sommato si tratta solo di dare agli studenti una parola chiave "simbolica" insieme all'URL.

Insomma, per farla breve il sito è già quasi interamente trasferito, per ora "aperto" e con indirizzo provvisorio spifferiamo.hostfree.pw , in attesa dell'accettazione del dominio originale "parcheggiato" spifferiamo.cf.

Una cosa sola devo ancora chiarire, appena riuscirò a scoprire come fare a chiedere assistenza... nei termini di servizio si afferma che non è ammesso lo streaming, senza ulteriori specificazioni. Chissà se anche i miei brevi esempi audio in mp3, che ho implementato con tag come quello che scrivo qui sotto, sono o non sono da considerare streaming... Per non sbagliare, per ora non li ho ancora copiati nel sito.

<audio id="player" controls src="../mp3/ballo_fl.mp3" type="audio/mp3">


P.S. Ho scritto un'email al peperoncino a quelli di 000webhost, per quel che vale. Anche se a caval donato non si guarda in bocca, vi sconsiglio caldamente di ricorrere ai loro discutibili "servizi gratuiti". Vedremo che accade con questo hostfree.
ATTENZIONE! Sono un hobbista e l'affidabilità delle mie conoscenze informatiche è molto limitata. Non prendere come esempio il codice che scrivo, perché non ho alcuna formazione accademica e rischieresti di apprendere pratiche controproducenti.
19/01 9:34
AldoBaldo
Scusate se continuo a seccare con questa storia del sito, però vado a tentoni e sicuramente qui c'è chi ne sa più di me.

Ho notato che al primo accesso al mio sito l'url viene modificato in spifferiamo.hostfree.pw/ e risulta "iniettato" questo cookie:

Name: __test
Content: 0504f7453d4a5dee737de5fbb7d08f9c
Host: spifferiamo.hostfree.pw
Path: /
Send for: Any type of connection
Expires: venerdì 1 gennaio 2038 00:55:55

Agli accessi successivi nella stessa sessione, l'url non viene modificato e il contenuto del cookie rimane quello.

Se si chiude il browser, lo si riapre e si riaccede, l'url NON viene modificato, così come non viene modificato il contenuto del cookie, che rimane sempre l'unico.

Fare volentierissimo a meno di questa caratteristica CHE NON DIPENDE DA ME e sulla quale non credo d'avere controllo. E' comunque un cookie, e temo che implichi il dover fare i conti con quella odiosissima (in quanto inutilissima, vista la sua TOTALE inefficacia) legge che finge di tutelare la privacy.

Chiedo quindi:
1) secondo voi c'è modo di far sì che quel cookie NON venga "iniettato" nel PC dei visitatori?
2) dato che NON CREDO DI AVER CONTROLLO sui cookies "iniettati", sono davvero responsabile della loro presenza e dei dati ai quali con ogni probabilità non ho neppure accesso?
3) il fatto che intendo "chiudere" l'accesso al sito tramite password condivisa solo con visitatori autorizzati e che sostituirò annualmente, fa qualche differenza?

Avete presente la storiella dell'ufficio complicazioni cose semplici? Che roba! Tante seccature per non avere comunque ALCUNA tutela effettiva.
ATTENZIONE! Sono un hobbista e l'affidabilità delle mie conoscenze informatiche è molto limitata. Non prendere come esempio il codice che scrivo, perché non ho alcuna formazione accademica e rischieresti di apprendere pratiche controproducenti.
19/01 11:28
Thejuster
La maggior parte degli host purtroppo fanno diversi giochetti sia per guadagnare a livello di pubblicità
che fornire domini di terzo livello.

Una soluzione sarebbe il clock dell'url semplicemente andando qui
dot.tk/it/…

Ti permette di creare domini .tk gratiutiamente e mascherare l'url originale del tipo
miosito.tk


Altra soluzione sarebbe

infinityfree.net/

Host gratuito niente limite di banda o di spazioweb.
unica pecca, è molto lento come server.
Ma gratis cosa vogliamo di più?

mire.forumfree.it/ - Mire Engine
19/01 13:44
AldoBaldo
Non so cosa sia il "clock dell'url", però ho guardato la pagina che mi hai segnalato e l'ho trovata pressoché identica a quella di freenom dove ho già registrato il dominio .cf che sto utilizzando ( spifferiamo.cf ). Stai per caso facendo riferimento alla stessa tecnica che ho visto denominare "parking" o anche "aliasing"? In quel caso, già fatto.

A questo punto, sempre in tema di normativa, mi vengono altre domande (che tristezza!).

1) a quel che ho capito, .pw indica che lo spazio che sto occupando fa capo ad alcune isole del Pacifico Occidentale (!!!!!)
2) ho provato a cercare altri siti che facciano capo a questo .pw, ne ho trovati molti e NESSUNO riporta le classiche diciture imposte dalle leggi sulla privacy, neppure vhostfull.com/ stesso -- come mai? forse proprio per la provenienza "esotica"?
3) visto 1) e 2), come mi devo comportare in merito a detta normativa? insisto, perché siamo in Italia e sappiamo tutti fin troppo bene che il campo normativo è un campo minato fatto apposta per creare problemi a chi fa cose da niente e lasciare indenni o addirittura premiare coloro che fanno sfaceli.

Ah... nel frattempo spifferiamo.cf è diventato "operativo", come promesso nella pagina delle istruzioni di hostfree. Al momento sembra funzionare tutto quanto come dovrebbe...

InfinityFree l'ho già preso in considerazione prima di passare tutto su hostfree, e l'ho scartato perché anche in quel caso la pagina in legalese ha proporzioni e contenuto intimidatori, e nella mia testa campeggia un'identità: non_ti_capisco=stai_cercando_di_fregarmi. E' un mio limite, lo so, ma è così.
ATTENZIONE! Sono un hobbista e l'affidabilità delle mie conoscenze informatiche è molto limitata. Non prendere come esempio il codice che scrivo, perché non ho alcuna formazione accademica e rischieresti di apprendere pratiche controproducenti.
19/01 14:29
Thejuster
No il TK è completamente gratuito con una limitazione, che và rinnovato, perché ha una scadenza.
Quindi basta stare attenti che quando scade di rinnovarlo sempre gratuitamente.

.tk non è un secondo dominio ma primo dominio.

non hai un dominio di secondo livello esempio:

miosito.spifferiamo.cf


ma hai un dominio di primo livello:
miosito.tk

In pratica creando un dominio tk, aiuti anche un associazione che spesso aiutano in parecchi campi.
ora se non sbaglio ho visto che aiutano le isole del pacifico. ma tipo 2 o 3 anni fà aiutavano le persone di non sò quale paese del marocco.

è un semplice redirect ma con clock ovvero

scrivendo miosito.tk ti reindirizza a qualsiasi link ma mantenendo nella barra degli indirizzi il domionio.tk
quindi nasconde il redirect mantenendo attivo nella barra degli indirizzi il .tk
mire.forumfree.it/ - Mire Engine